Category: Previdenza

01 Lug
By: Staff 0

Quattordicesima per i pensionati: Chi ne a diritto e chi no, messaggio dell’INPS

L’INPS ha emanato il messaggio n. 2593 del 25 giugno 2020, con il quale comunica che nel mese di luglio 2020 l’Istituto provvederà d’ufficio a erogare la somma aggiuntiva, la cosiddetta quattordicesima, in favore dei pensionati di cui all’articolo 5, commi da 1 a 4, del decreto-legge 2 luglio 2007.

La quattordicesima viene attribuita d’ufficio sulla mensilità di pensione di luglio 2020 ai soggetti che rientrano nei limiti reddituali stabiliti e che, alla data del 31 luglio 2020, hanno un’età maggiore o uguale a 64 anni.

Ai beneficiari viene inviata la comunicazione dedicata con l’indicazione dell’importo attribuito e della provvisorietà del beneficio.

Coloro che non ricevano la quattordicesima e ritengano di averne diritto possono, in ogni caso, presentare apposita domanda di ricostituzione on line, attraverso il portale dell’Istituto oppure rivolgendosi al patronato INAS o ai recapiti della FNP.

Leggi il messaggio completo dell’INPS

 

Read More
23 Apr
By: Staff 0

Pagamento anticipato delle pensioni di maggio

Al fine di limitare le situazioni di assembramento che ancora rappresentano un rischio per la salute pubblica, sulla base di quanto previsto dalla ordinanza del Presidente del Consiglio del 19 marzo, le Poste hanno reso noto il calendario di pagamento delle prestazioni pensionistiche e degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate presso gli sportelli postali relative alla mensilità di Maggio.

Il 27 aprile saranno messe in pagamento le prestazioni dei titolari di libretto di risparmio, Conto BancoPosta, Postepay Evolution.

I titolari di carta Postamat, Carta libretto o Poste Pay Evolution, possono ritirare gli importi direttamente dagli sportelli ATM Postamat presenti sul territorio nazionale.

Per coloro che non possono evitare di presentarsi allo sportello postale, il calendario secondo la scansione per cognome, è il seguente:

A-B il 27 aprile

C-D il 28 aprile

E-K il 29 aprile

L-P il 30 aprile

Q-Z il sabato mattina 2 maggio

I pensionati con età a partire dai 75 anni che riscuotono la pensione in contanti allo sportello possono chiedere di ricevere direttamente al loro domicilio le somme delegando i Carabinieri in base a quanto previsto dalla convenzione stipulata tra Poste e Arma dei Carabinieri.

Per informazioni è necessario contattare il numero verde di Poste 800556670 o una stazione dei Carabinieri.

Tali disposizioni valgono solo per i pensionati che ancora oggi riscuotono la pensione allo sportello e non sono operative per coloro che, invece, la ricevono con accredito sul conto corrente bancario per i quali continuano a valere le regole ordinarie di accredito che, pertanto, avverrà lunedì 4 maggio, primo giorno bancabile del mese.

E’ conservato in via provvisoria il pagamento degli assegni ordinari di invalidità in scadenza a maggio sempre che il titolare abbia presentato domanda di conferma, in questi casi l’INPS ha predisposto un assegno con la motivazione di “provvisorio” che dovrà essere restituito se il giudizio medico-legale dovesse rivelarsi negativo.

Scarica allegato

Read More
06 Apr
By: Staff 0

Pensionati con più di 75 anni: la pensione sarà consegnata a casa dai carabinieri

Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri hanno sottoscritto una convenzione grazie alla quale tutti i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Read More
30 Mar
By: Staff 0

Pensioni: com’è cambiata la rivalutazione

Come reso noto in molte occasioni, l’Inps ha proceduto ai rinnovi delle pensioni per l’anno 2020 prima dell’emanazione della legge di Bilancio per il 2020, al fine di emettere in tempo, con la rata di gennaio 2020, i mandati di pagamento delle pensioni con i nuovi importi.

L’art 1, comma 477, della legge di Bilancio 2020 ha infatti introdotto un nuovo meccanismo di rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici per il triennio 2019-2021, parzialmente diverso da quello applicato dall’Istituto in fase di rinnovo 2020 e consistente nell’ eliminazione della fascia di rivalutazione dei trattamenti compresi fra tre e quattro volte il trattamento minimo, che viene accorpata alla fascia di rivalutazione pari al 100% dell’indice di rivalutazione.

Di conseguenza, l’Inps ha effettuato una seconda operazione di rivalutazione alla luce della nuova previsione legislativa, illustrandone, con circolare n. 45/2020, i criteri e aggiornando le tabelle dei rinnovi, che trovate riassunti dettagliatamente nella circolare scaricabile cliccando sul link che segue.

Scarica la circolare nazionale

Scarica la circolare INPS

Read More
25 Mar
By: Staff 0

Previdenza Flash: I provvedimenti del Governo a favore di famiglie e imprese

È disponibile il nuovo numero di Previdenza Flash interamente dedicato alla situazione del momento. Troverete una primissima lettura dei provvedimenti adottati dal Governo a favore dei lavoratori e delle imprese a fronte dell’emergenza Coronavirus COVID-19.

Potete scaricarlo qui

Read More
23 Mar
By: Staff 0

Meno code in posta: Pagamento scaglionato delle pensioni dal 26 marzo al 1° aprile

Per contribuire e contrastare la diffusione del COVID- 19 Poste italiane in accordo con l’Inps, accrediterà le pensioni nei mesi di Aprile, Maggio e Giugno 2020 anticipatamente.

Pertanto, ai titolari di un libretto di risparmio, di un conto banco Posta o di una Postpay Evolution la mensilità di Aprile verrà accreditata il 26 Marzo e potranno prelevare in contanti da oltre 7mila sportelli bancomat ATM Postmat.

Diversamente, tutti gli altri i pensionati che necessariamente devono ritirare la pensione in contanti dovranno presentarsi agli sportelli delle poste rispettando una turnazione alfabetica così prevista.


IMPORTANTE ATTENERSI A QUESTA INDICAZIONE

Per il mese di Aprile i cognomi :

•dalla A alla B giovedì 26 marzo;

•dalla C alla D venerdì 27 marzo;

•dalla E alla K la mattina di sabato 28 marzo;

•dalla L alla O lunedì 30 marzo;

•dalla P alla R martedì 31 marzo;

•dalla S alla Z mercoledì 1 aprile.

La mensilità di maggio verrà accreditata dal giorno 27 aprile al 30 aprile, mentre dal 26 maggio al 30 maggio quella di giugno.

L’ordinanza non riguarda gli accrediti delle pensioni presso le Banche e Istituti di credito.

Read More
13 Mar
By: Staff 0

I sindacati dei pensionati scrivono all’INPS

I sindacati dei pensionati FNP SPI UILP hanno scritto una lettera al Presidente di INPS nella quale chiedono che per un periodo almeno pari alla durata dei limiti imposti dalle norme sul corona virus siano congelati gli indebiti Inps e quelli dei termini per la presentazione delle domande di prestazione.

Per evitare che una tardiva presentazione possa comportare la perdita del diritto, previdenziale o assistenziale, si è anche sollecitata  una ulteriore proroga per l’invio del modello Red 2020.

Aver spostato il termine al 31 marzo, infatti, non è sufficiente, considerato che le misure urgenti e le limitazioni sono al momento previste fino al 3 aprile.

I sindacati chiedono inoltre la sospensione delle comunicazioni cartacee tramite posta da parte dell’Istituto nei confronti dei pensionati, considerato che i pensionati in grado di accedere alla propria posizione on line o alla cassetta postale virtuale dell’Istituto sono una ristretta minoranza. Visto che non si è in grado di assicurare che tutta la posta cartacea sia effettivamente recapitata, è opportuno sospendere gli invii.

 Leggi la comunicazione completa

Read More
10 Mar
By: Staff 0

Taglio delle pensioni per corona virus: È falso!

Sta girando sui social e su WhatsApp una falsa comunicazione sul taglio  delle pensioni nel mese di aprile a causa del protrarsi dell’emergenza corona virus.

“Si tratta di una bufala, o come si dice ora, è una fake news!”

Precisa a stretto giro di posta la segretaria nazionale FNP Patrizia Volponi.

Va categoricamente smentita, nonostante appaia su una falsa carta intestata dell’INPS.

Purtroppo nei momenti difficili gli sciacalli e i provocatori non mancano mai.

Ditelo a tutti i pensionati.

Read More
26 Feb
By: Staff 0

Pensioni: cedolini più chiari

L’Inps con il messaggio numero 645 del 20 febbraio 2020, comunica che è stato posto in essere il nuovo servizio di informazione del cedolino mensile di pensione, in via sperimentale già dal corrente mese di febbraio.

Come sappiamo, il cedolino è quel documento nel quale sono riportate tutte le voci che vanno a costituire il rateo di pensione posto in pagamento, quali ad esempio le ritenute Irpef.

L’obbiettivo ultimo per cui l’Istituto ha innovato il sistema di informazione, è quello di semplificare e rendere più comprensibile la lettura del cedolino in riferimento alle singole componenti che lo costituiscono, da parte sia dei pensionati, sia degli operatori delle Strutture territoriali dell’Istituto, che svolgono attività di consulenza.

Per quanto riguarda i pensionati, tale sperimentazione, prevede la pubblicazione mensile sul sito dell’Inps delle principali voci inerenti al documento, dove verranno descritte in maniera chiara ed esaustiva tutte le attività poste in essere dall’Istituto che potrebbero variare l’importo mensile del trattamento pensionistico.

Tutto ciò, al fine di far comprendere al meglio gli eventuali motivi che andrebbero a determinare una variazione tra l’importo lordo e l’importo netto della pensione.

Read More
26 Feb
By: Staff 0

Opzione donna: Riscattare la laurea si può

Nel nuovo numero di Previdenza Flash si parla di “opzione donna” che è stata prorogata ulteriormente con la legge di bilancio 2020.

Un elemento di novità è costituito dall’ultima interpretazione dell’INPS in merito al riscatto agevolato del periodo di studi.

La cosa interessa le lavoratrici che intendono avvalersi dell’Opzione donna per accedere anticipatamente al pensionamento riscattando gli anni di studi che si collocano anteriormente al 1996: poiché per riscattare questi periodi è necessario optare per il sistema di calcolo contributivo della pensione e, per opzione donna, questo è già un obbligo, per le lavoratrici interessate si apre una modalità favorevole per riscattare eventuali periodi di studio (laurea) utili per maturare i 35 anni di contributi richiesti per l’accesso alla pensione con “opzione donna.

Il numero, come di consueto, è curato da Paolo Zani e Salvatore Martorelli.

Puoi scaricare la pubblicazione cliccando qui.

Read More