News

Staff 7 settembre 2020

Abolito il super ticket. La FNP lo richiedeva da due anni

Dal primo di settembre, grazie ad un provvedimento del governo, verrà abolito in tutt’Italia il superticket sulle prestazioni specialistiche ambulatoriali.

Con grande enfasi, l’assessore regionale alla sanità Gallera ha ricordato che in Lombardia l’abolizione risale all’inizio di marzo.

Per onestà, però, avrebbe dovuto ricordare che non tutte le regioni avevano applicato il super ticket e che in Lombardia era particolarmente elevato, essendo collegato ai costi standard delle prestazioni.

In questo modo, come ricorda il segretario regionale della FNP Emilio Didoné in un’intervista radiofonica, si è favorita la sanità privata.

Il valore del ticket, infatti, per alcune tipologie di interventi, era talmente alto e, in alcuni casi, conveniva agli utenti procedere con visite a pagamento in strutture private che offrivano le medesime prestazioni a prezzi concorrenziali e in tempi rapidi.

“È almeno da due anni che le abbiamo chiesto di cancellare questo ingiusto super ticket – scrive Emilio Didoné a Gallera  una vera e propria tassa sulla salute delle persone nel momento del bisogno, che ha colpito soprattutto chi ha meno possibiità economiche e culturali per curarsi.

I dati parlano chiaro, sono aumentati le persone che non si curano per motivi economici anche nella ricca Lombardia.

Una vera e propria sconfitta del nostro sistema sanitario dove occorre mettere rimedio a 360 gradi.

Leggi il comunicato della FNP Lombardia

Ascolta l’intervista a Radio Popolare di Emilio Didoné