News

Staff 10 ottobre 2019

L’Inps manda 520mila sms: inviare un nuovo modulo o stop assegno Reddito di Cittadinanza

È corsa a integrare le domande di reddito e pensione di cittadinanza (per non fermare il sussidio) presentate a marzo e rese su un modello, poi cambiato il 2 aprile, dopo le modifiche apportate al decretone in sede di conversione in legge.

Venerdì scorso l’Inps ha fatto partire più di mezzo milione di sms, 519.586 per la precisione, per avvisare gli interessati: in poche ore, ha reso noto ieri l’Istituto guidato dall’economista Pasquale Tridico, sono giunte ben 114.352 integrazioni (la domanda si aggiorna a questo link).

Il collegamento alla pagina è sempre attivo.

Le domande integrate fino al 21 ottobre garantiranno la continuità del beneficio (con l’accredito della mensilità di ottobre).

Per chi, invece, effettuerà l’aggiornamento dopo il 21 ottobre, la prestazione resterà sospesa sino all’acquisizione della dichiarazione.

Leggi l’articolo completo