News

Staff 28 aprile 2020

Poste Italiane anticiperà la cassa integrazione ai lavoratori sospesi a causa del Covid-19

Poste Italiane, attraverso un accordo con BNL Finance, ha dato avvio al servizio di anticipazione dei trattamenti di integrazione salariale riconducibili all’emergenza Covid-19 previsti dagli artt. 19 – 22 del D.L. n. 18 del 17 marzo 2020 e successive modificazioni.

Il servizio potrà essere richiesto da tutti i clienti titolari di conto corrente BancoPosta o carta prepagata Postepay Evolution con accredito dello stipendio e per i quali il datore di lavoro ha effettuato una domanda all’Inps dei suddetti trattamenti per un massimo di 9 settimane con richiesta di pagamento diretto al dipendente.

L’anticipazione verrà messa a disposizione direttamente sul conto corrente BancoPosta o sulla carta prepagata Postepay Evolution su cui è accreditato lo stipendio, per un importo massimo pari a 1.400 euro, parametrati a 9 settimane a zero ore da riproporzionare in caso di rapporto part time, e per una durata massima di tre mesi.

L’anticipazione non prevede l’applicazione di commissioni e di interessi.

Il rapporto di anticipazione termina nel momento in cui l’INPS accrediterà le somme dovute al lavoratore.

Poste Italiane estinguerà automaticamente le anticipazioni concesse non appena l’INPS erogherà i trattamenti, senza necessità di alcun adempimento da parte dei lavoratori.

La richiesta di anticipazione potrà essere presentata online.

Leggi la nota completa di FNP nazionale