News

Staff 28 aprile 2020

Stop alle speculazioni: Mascherine chirurgiche a 50 centesime

Nell’ultimo mese e mezzo abbiamo assistito ad una vera e propria corsa all’acquisto di mascherine di ogni tipo, da quelle chirurgiche destinate alla popolazione, a quelle FFP2, FFP3, che dovrebbero essere utilizzate prettamente dal personale sanitario in ambito ospedaliero.

La vendita di questi dispositivi di protezione individuale è stata oggetto di una lievitazione ingiustificabile dei prezzi, rendendone a volte inaccessibile l’acquisto da parte di tante persone che sono economicamente in difficoltà.

Proprio per ovviare a questa situazione e promuovere una più ampia diffusione nella popolazione dell’utilizzo di questi dispostivi di protezione individuale come strumento per la lotta alla diffusione del Covid-19, il Commissario Straordinario Domenico Arcuri ha emesso l’ordinanza n.11, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 108, relativa alla vendita nelle farmacie e nelle parafarmacie delle mascherine chirurgiche al prezzo calmierato unitario di 0,50 euro, oltre Iva.

Le mascherine chirurgiche sono un’appropriata barriera contro la diffusione dei microbi ed efficaci nel ridurre l’emissione di agenti infettivi.

Ricordiamo che questa tipologia di dispositivi deve essere conforme alla normativa UNI EN 14683 che fissa particolari caratteristiche quali: traspirabilità, efficienza di filtrazione batterica, resistenza agli schizzi liquidi e pulizia da microbi.

Quindi consigliamo di comprare questi prodotti presso farmacie, parafarmacie o sanitarie o comunque presso rivenditori affidabili.

Vi ricordiamo, infatti, che nella fase 2 che inizierà il prossimo 4 maggio è obbligatorio usare le mascherine, anche di tela, in qualunque luogo pubblico (supermercati, farmacie, negozi, ecc.).