FEDERAZIONE PENSIONATI FNP CISL DI MILANO METROPOLI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO


PARTE PRIMA – NORME DI COMPORTAMENTO GENERALE RELATIVE AGLI ISCRITTI E DIRIGENTI


Capitolo I: Iscrizione e tesseramento


Articolo 1

La Federazione nazionale pensionati FNP CISL MM di Milano Metropoli (di seguito anche FNP CISL MM) ha sede in via Tadino n. 23 – 20124 Milano.

Articolo 2

La domanda di iscrizione alla FNP CISL MM deve essere sottoscritta dall’interessato e presentata alla FNP RLS competente e/o alla Segreteria FNP CISL MM.

A fronte di orientamenti e/o comportamenti dell’aspirante Socio che contrastino con le finalità e le regole contenute nello Statuto, la FNP RLS in raccordo con la Segreteria FNP CISL MM può respingere l’iscrizione, dandone comunicazione all’interessato. Contro la delibera di non accettazione l’aspirante Socio, entro 15 (quindici) giorni dalla relativa comunicazione, può ricorrere alla Segreteria Generale della FNP CISL MM Lombardia, che decide in via definitiva entro 20 (venti) giorni.

Articolo 3

L’iscrizione alla FNP CISL MM va fatta, di norma, nel territorio dove è ubicata la residenza abituale della pensionata o pensionato.

Articolo 4

L’iscrizione alla FNP CISL MM decorre, a tutti gli effetti, dalla data di attivazione della delega o del versamento dei contributi per le tessere a pagamento diretto.

Per le iscrizioni decorrenti fino al 31/12 di ciascun anno all’iscritto va consegnata la tessera dell’anno in corso contestualmente all’avvenuta iscrizione.

All’inizio di ciascun anno e comunque entro il 30/04, per gli iscritti in essere al 31/12, che non siano cessati alla data della distribuzione delle tessere, va obbligatoriamente consegnata la tessera per l’anno in corso. Inoltre va obbligatoriamente consegnata la tessera ai già pensionati Inps al momento in cui essi sottoscrivono la delega.

E’ obbligatoria l’anagrafe degli iscritti a livello FNP CISL MM. La Segreteria FNP CISL MM fornirà a ciascuna RLS FNP CISL i tabulati di competenza locale. L’inadempienza a tale obbligo costituisce oggetto di denuncia al Collegio dei Probiviri.

Articolo 5

I Soci espulsi dall’organizzazione devono, per essere riammessi, inoltrare domanda di iscrizione al coordinamento della RLS FNP CISL di competenza e al Consiglio Generale della FNP CISL MM, con le modalità indicate nello Statuto della FNP CISL Nazionale.

La richiesta di iscrizione è accettata quando sia votata dai 2/3 dei componenti il Coordinamento RLS FNP CISL medesimo e sia ratificata a maggioranza semplice dal Consiglio Generale della FNP CISL MM.

I Soci espulsi dall’organizzazione, che ricoprivano incarichi dirigenziali, dovranno sottoscrivere la nuova domanda d’iscrizione all’organismo direttivo nel quale era espletata la funzione di dirigente.

Capitolo II: Le incompatibilità funzionali


Articolo 6

Le cariche di componente di Segreteria FNP CISL MM e/o di organismi similari e/o associazioni di emanazione CISL (Adiconsum, Anteas ecc.) sono incompatibili tra loro e con qualsiasi incarico di Segreteria a tutti i livelli. Sono incompatibili fra loro le cariche di Segretario Generale e/o componente la Segreteria FNP CISL MM con quella di Coordinatore o componente la Segreteria RLS FNP CISL. E’ incompatibile la carica di componente la Segreteria a tutti i livelli con quella di componente la Presidenza di Anteas (Presidente e Vice Presidente).

Articolo 7

Al fine dell’applicazione delle norme sull’incompatibilità vale quanto stabilito nei Regolamenti di attuazione dei livelli superiori FNP e CISL.

Articolo 8

Le decadenze nei casi contemplati dallo Statuto nazionale e dal Regolamento di attuazione FNP CISL MM operano automaticamente, e le iniziative per la sostituzione dei dirigenti decaduti vanno assunte dalla Segreteria FNP CISL MM che deve renderle operative entro 7 (sette) giorni dal loro verificarsi, dandone immediata comunicazione ai livelli superiori.

Nel caso di decadenza dall’incarico di Segretario Generale FNP CISL MM, gli adempimenti previsti dal comma precedente sono esercitati dalla Segreteria FNP CISL Lombardia. Il dirigente che ha ricoperto il ruolo di Segretario Generale, a qualsiasi livello della Federazione, non potrà essere rieletto nella stessa Segreteria con ruolo diverso.

La mancata attuazione di quanto previsto nel precedente comma costituisce oggetto di denuncia al Collegio dei Probiviri FNP CISL.

Capitolo III: La designazione dei rappresentanti FNP CISL Milano Metropoli


Articolo 9

Il Comitato Esecutivo FNP CISL MM è competente a designare la rappresentanza sindacale della organizzazione in enti, associazioni, società interne e/o esterne alla organizzazione stessa, avuta presente la compatibilità indicata nel Regolamento di attuazione FNP nazionale e l’esigenza di assicurare:

a) la piena autonomia del Sindacato;

b) il più alto grado di competenza e professionalità;

c) la massima funzionalità degli organi sindacali.

Coloro che sono investiti di rappresentanza sindacale, relazionano periodicamente alla Segreteria FNP CISL MM in ordine alla natura delle attività svolte, ricevono dalla stessa le relative indicazioni, segnalano tempestivamente i problemi interessanti per l’organizzazione sindacale.

La Segreteria FNP CISL MM relaziona al Comitato Esecutivo.

Il mancato adempimento di tali impegni viene segnalato dalla Segreteria FNP CISL MM al Comitato Esecutivo, anche ai fini della revoca motivata del mandato.

Articolo 10

Come previsto dal Regolamento di attuazione dello Statuto confederale, le designazioni dei rappresentanti, previsti nel Regolamento di attuazione dello Statuto FNP nazionale, sono di competenza del Comitato Esecutivo ai vari livelli, sentite le strutture interessate.

Articolo 11

Le questioni attinenti eventuali gettoni di presenza, rimborsi e/o altri emolumenti derivanti dagli incarichi ricoperti su designazione sindacale vengono disciplinate dal Comitato Esecutivo FNP CISL MM, che deve tener conto delle apposite norme fissate dal Comitato Esecutivo confederale

Cisl nel Regolamento economico per tutta l’organizzazione.

Articolo 12

La FNP CISL MM nomina, a norma dello Statuto FNP CISL nazionale, un proprio rappresentante nei Consigli Generali delle categorie attive, proveniente dalle stesse.

Coloro i quali vengono nominati dovranno, mediante contatto assiduo con le Federazioni di categoria, intraprendere le iniziative più idonee a favorire, sul piano politico sindacale, la concreta affermazione del valore della confederalità, in modo da rafforzare e rendere più proficui i rapporti di collaborazione, in modo speciale sui versanti del proselitismo (tesseramento) e delle politiche
promosse dalla FNP CISL (a titolo esemplificativo: continuità associativa).

I rappresentanti della Federazione relazioneranno periodicamente agli organi della propria struttura FNP CISL, in merito all’attività svolta.


PARTE SECONDA NORME SUL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI DIRIGENTI


Capitolo IV: Validità delle sedute e votazioni


Articolo 13

Per la validità delle sedute e delle deliberazioni degli organi è necessario che all’inizio dei lavori e al momento delle votazioni siano presenti la metà più uno dei componenti l’organismo.

Le convocazioni inviate agli organismi tramite email e/o sms, nei termini stabiliti da Statuto eRegolamento, sono valide.

Articolo 14

Le votazioni negli organi avvengono per alzata di mano, oppure su richiesta scritta di almeno il 5% dei componenti, per appello nominale. Le votazioni per elezioni alle cariche avvengono a scrutinio segreto.

Articolo 15

Nelle votazioni non congressuali per le elezioni delle cariche (Segreteria, Comitato Esecutivo, ecc.) o per la designazione di rappresentanti (componenti di diritto, incarichi in commissioni, ecc.) ogni elettore può esprimere al massimo tanti voti quanti sono gli eleggendi.

Tutti gli iscritti sono eleggibili, salvo i limiti generali previsti dagli Statuti e relativi Regolamenti FNP CISL, senza presentazione di formali candidature.

Il Segretario Generale e i componenti l’organo che esercita l’elettorato passivo possono fare proposte sulla composizione degli organi da eleggere.

Le elezioni avvengono di norma su scheda bianca.

Per le elezioni del Comitato Esecutivo, con il voto favorevole di 2/3 dei votanti del Consiglio Generale FNP CISL MM, si può procedere ad una semplificazione procedurale indicando sulla scheda elettorale la proposta del Segretario Generale in carica, fermo restando la possibilità di aggiungere e/o sostituire i nomi indicati da parte degli elettori. Con analoga procedura si provvederà in caso di integrazione del Comitato Esecutivo FNP CISL MM a seguito di dimissioni, decadenza, decesso e quant’altro. Per le elezioni dei Comitati Esecutivi, con il voto unanime dei votanti del Consiglio Generale FNP CISL MM, si può procedere con voto palese.

Articolo 16

Nelle elezioni vengono proclamati eletti i candidati che riportano il maggior numero di voti. A parità di voti viene proclamato eletto il più anziano di iscrizione alla CISL; a parità di iscrizione alla CISL il più anziano di età.

Capitolo V: Dimissioni dagli organi


Articolo 17

Le dimissioni dagli organi, non derivanti dall’applicazione di norme di incompatibilità e/o decadenze statutarie e/o regolamentari, vanno presentate per iscritto e vanno discusse dall’organismo che ha eletto il dimissionario, convocato a tale scopo entro 30 (trenta) giorni dalle dimissioni, e/o possono essere accettate o respinte. Sino a tale data esse non sono esecutive.

Le dimissioni del Segretario Generale comportano la decadenza della Segreteria FNP CISL MM.

Capitolo VI: Modalità di svolgimento delle riunioni


Articolo 18

La durata degli interventi è limitata solo su specifica decisione degli organismi, assunta di volta in volta, su ogni singolo argomento all’ordine del giorno.

Per l’illustrazione delle mozioni d’ordine e delle pregiudiziali, sono ammessi soltanto un intervento a favore e uno contro. Per questi interventi, per le dichiarazioni di voto, sono concessi 5 (cinque) minuti.

La Segreteria FNP CISL MM ha la facoltà di far intervenire, alle riunioni degli organi, dirigenti di strutture che non siano componenti, nonché operatori regionali e/o esperti per le particolari materie di discussione.

I singoli componenti degli organi hanno facoltà di promuovere e/o depositare in forma scritta alla Presidenza, emendamenti ai documenti conclusivi.

Articolo 19

Le assenze dalle riunioni degli organi devono essere giustificate per iscritto anche a mezzo posta elettronica. Dopo 3 (tre) assenze ingiustificate, il componente decade dall’organismo statutario. I componenti degli organi sono tenuti ad essere presenti durante tutta la sessione, provvedendo, nel caso di giustificato impedimento, a comunicarlo alla Presidenza.


PARTE TERZA GLI ORGANI DELLA FNP CISL DI MILANO METROPOLI


Capitolo VII: Il Congresso


Articolo 20

Il Consiglio Generale FNP CISL MM, contestualmente alla indicazione di convocazione del Congresso territoriale, emana i regolamenti per la elezione dei delegati al Congresso stesso e per lo svolgimento delle assemblee (precongressuali) delle RLS FNP.

Il Consiglio Generale approva lo schema di regolamento del Congresso della FNP CISL MM.

Capitolo VIII: Il Consiglio Generale


Articolo 21

Il Consiglio Generale della FNP CISL MM è costituto da:

a) n. 79 componenti eletti dal Congresso FNP CISL MM;

b) n. 18 componenti designati Coordinatori RLS FNP;

c) la responsabile del Coordinamento territoriale donne, se non già eletta;

d) da un rappresentante dei pensionati sociali e/o degli invalidi civili nominato in base a quanto previsto dallo Statuto FNP nazionale, se non già eletto.

Partecipa inoltre alle riunioni del Consiglio Generale, con il solo diritto di parola, un rappresentante delle Anteas territoriali nonché i rappresentanti territoriali degli Enti della CISL per le tematiche di loro competenza.

Nel Consiglio Generale dovrà essere garantita una presenza che, per ciascuno dei due generi, non potrà essere inferiore al 30%.

In caso di vacanza tra i componenti del Consiglio Generale eletti dal Congresso di cui alla lettera a), questa sarà ricoperta da chi in sede di Congresso ha riportato in graduatoria il maggior numero di voti dopo l’ultimo eletto. Qualora un componente di diritto – Coordinatore o Segretario RLS FNP – del Consiglio Generale, di cui alla lettera b), c) e d) del presente articolo 21 sia eletto componente di Segreteria FNP CISL MM e opti per questa carica resterà componente del Consiglio Generale stesso anche nel caso cessi per qualsiasi motivo dalla carica di Segretario FNP CISL MM.

Il Consiglio Generale della FNP CISL MM ha la facoltà di cooptare al suo interno, con deliberazione adottata a maggioranza dei 2/3 dei votanti, nuovi membri nel limite massimo del 10% dei suoi componenti. Ai vincoli riguardanti la cooptazione previsti nel precedente comma si può derogare, nel limite massimo di un ulteriore 5%, nel caso in cui si verifichi una vacanza tra i componenti eletti dal Consiglio Generale e non vi sia la possibilità di sostituirli con coloro i quali in sede di Congresso hanno riportato il maggior numero di voti dopo l’ultimo eletto. Nel caso in cui le decadenze dagli organismi espressi dal Congresso ne determinassero la riduzione dei componenti min misura superiore ad un terzo del totale, la percentuale del 10% può essere estesa fino al 20%.

Articolo 22

Il Consiglio Generale della FNP CISL MM è convocato in prima sessione per la elezione delle cariche (se previsto nell’ordine del giorno approvato dal Congresso) immediatamente dopo la comunicazione degli esiti dello scrutinio e comunque entro 20 (venti) giorni dalla chiusura del Congresso, a cura dell’Ufficio di Presidenza del Congresso stesso.

Il componente più anziano di età dell’Ufficio di Presidenza del Congresso presiede il Consiglio Generale FNP CISL MM sino alla elezione della Segreteria. In caso di prosecuzione dei lavori la nuova Segreteria FNP CISL MM eletta propone l’elezione della Presidenza.

Articolo 23

La convocazione ordinaria del Consiglio Generale FNP CISL MM e la conseguente indicazione dell’ordine del giorno deve essere effettuata almeno 15 (quindici) giorni prima della data fissata, salvo che la convocazione stessa contenga esplicita motivazioned’urgenza.

La Segreteria FNP CISL MM, invia di norma prima della data fissata, relazioni e documentazioni sugli argomenti all’ordine del Giorno.

La Segreteria è obbligata a soddisfare entro 30 (trenta) giorni la richiesta di convocazione straordinaria, come previsto nello Statuto FNP CISL Nazionale.

Articolo 24

In apertura dei lavori di ogni sessione si elegge la Presidenza su proposta della Segreteria FNP CISL MM. La Segreteria può, nel corso dei lavori del Consiglio Generale FNP CISL MM, svolgere comunicazioni concernenti l’attività dell’organizzazione. Su tali comunicazioni si possono chiedere chiarimenti. Qualora un componente del Consiglio Generale chieda di discutere un argomento
oggetto delle comunicazioni, tale richiesta deve essere sottoposta all’approvazione dello stesso Consiglio Generale. La Segreteria FNP CISL MM ha facoltà, in questo caso, di far discutere tale argomento dopo aver esaurito l’ordine del giorno della sessione in corso e/o iscriverlo all’ordine del giorno della sessione successiva.

Articolo 25

La proposta di deliberare la sfiducia agli organismi eletti dal Consiglio Generale FNP CISL MM deve essere presentato da almeno 1/3 dei componenti.

La decisione sulla proposta va assunta nella prima sessione successiva del Consiglio Generale da effettuarsi entro 15 (quindici) giorni da quella in cui è stata avanzata la richiesta.

Articolo 26

Consiglio Generale e Esecutivo FNP CISL MM possono costituire commissioni per tematiche specifiche e gruppi di lavoro, con funzioni istruttorie e di preparazione di proposte per le decisioni del Consiglio Generale. Su proposta della Segreteria, il Consiglio Generale FNP CISL MM nomina mal suo interno le commissioni in cui si articola il Consiglio Generale stesso, prevedendo anche deleghe in base alle quali, di volta in volta, le commissioni possono esercitare funzioni deliberanti. I componenti delle commissioni sono designati dal Consiglio Generale FNP CISL MM su proposta della Segreteria. Sempre su proposta della Segreteria FNP CISL MM le commissioni possono essere integrate con la partecipazione consuntiva di dirigenti e/o esperti sulla materia in esame. Le
commissioni sono convocate dalla Segreteria FNP CISL MM.

Per la Presidenza e le modalità di lavoro delle commissioni valgono le stesse norme che regolano l’attività del Consiglio Generale FNP CISL MM. Sulle materie di propria competenza per le quali il Consiglio Generale FNP CISL MM ha delegato
alle commissioni potestà decisionali, le stesse commissioni adottano decisioni a maggioranza assoluta. A richiesta di 1/3 dei componenti della commissione la decisione da assumere deve essere rimessa al Consiglio Generale FNP CISL MM.

Il Consiglio Generale FNP CISL MM può convocare, a cadenza annuale, per la verifica dell’attività e per il miglior coordinamento delle politiche sul territorio, una assemblea territoriale di tutto il gruppo dirigente (Consiglio Generale FNP CISL MM allargato).

Capitolo IX: Il Comitato Esecutivo


Articolo 27

Il Comitato Esecutivo della FNP CISL MM è composto da:

a) 25 componenti eletti dal Consiglio Generale FNP CISL MM nel proprio seno;

b) i componenti la Segreteria FNP CISL MM;

c) la Responsabile del Coordinamento Donne FNP CISL MM.

I Coordinatori RLS FNP, che non sono componenti del Comitato Esecutivo FNP CISL MM possono partecipare con il solo diritto di parola.

Inoltre partecipa alle riunioni del Comitato Esecutivo FNP CISL MM, con il solo diritto di parola, un rappresentante delle Anteas territoriali, nonché i rappresentanti della FNP CISL MM negli Enti della CISL, per le tematiche di competenza.

Il Comitato Esecutivo si riunisce di norma ogni 2 (due) mesi.

La convocazione del Comitato Esecutivo FNP CISL MM e la conseguente indicazione dell’ordine del giorno vengono effettuate dalla Segreteria almeno 8 (otto) giorni prima della data fissata per la riunione, salvo che la convocazione stessa non contenga esplicita motivazione di urgenza.

La richiesta di convocazione del Comitato Esecutivo FNP CISL MM, da parte di 1/3 dei componenti, deve essere motivata e deve indicare gli argomenti da porre all’ordine del giorno. La Segreteria FNP CISL MM è tenuta a provvedere alla convocazione nei 15 (quindici) giorni successivi alla richiesta. La Segreteria trasmette, di regola ai singoli componenti del Comitato

Esecutivo, gli schemi illustrativi degli argomenti all’ordine del giorno, almeno 7 giorni prima della riunione, salvo il caso di comunicazione d’urgenza.

Articolo 28

Il Comitato Esecutivo FNP CISL MM è presieduto dal Segretario Generale o, in caso di sua assenza, dal Segretario Generale Aggiunto. In caso di assenza anche di questi, è presieduto da uno dei componenti la Segreteria FNP CISL MM delegato a ciò dal Segretario Generale.

Il Consiglio Generale, su richiesta della Segreteria FNP CISL MM potrà sostituire, anche per alzata di mano, i componenti del Comitato Esecutivo dimissionari o decaduti con altrettanti componenti individuati all’interno dello stesso Consiglio Generale.

Capitolo X: La Segreteria FNP CISL MM


Articolo 29

La Segreteria della FNP CISL MM è costituita da 3 (tre) componenti, compreso il Segretario Generale.

E’ possibile affidare all’esterno della Segreteria incarichi su specifici progetti e dipartimenti, previa approvazione del Comitato Esecutivo. 

Il Segretario Generale della FNP CISL MM ha la rappresentanza legale della struttura. A ciascun componente della Segreteria devono essere affidate precise responsabilità con riferimento all’articolazione dei dipartimenti nazionali. La Segreteria FNP CISL MM ha l’obbligo di portare la FNP CISL Lombardia a conoscenza di ogni riunione dei propri organi attraverso l’invio della
convocazione con relativo ordine del giorno e dei successivi verbali e documenti finali. Alla Segreteria FNP CISL MM compete inoltre l’aggiornamento dell’anagrafe dei Soci e dell’indirizzario della stampa sindacale della Federazione nazionale. Qualora la FNP CISL MM conti nella propria base associativa una percentuale di iscritte pari o superiore al 20%, la composizione della Segreteria dovrà prevedere una analoga presenza di genere.

Capitolo XI – Il Collegio dei Sindaci


Articolo 30

I componenti del Collegio dei Sindaci FNP CISL MM devono essere individuati tra iscritti e non all’organizzazione, purché in possesso di requisiti e/o titoli di specifica esperienza e competenza professionale. Essi sono eletti dal Congresso e non sono revocabili nel corso del mandato congressuale. Nelle votazioni si esprimono 3 (tre) preferenze.

Risultano eletti componenti effettivi del Collegio dei Sindaci i 3 (tre) candidati che hanno riportato il maggior numero di voti. I due candidati che seguono immediatamente nella graduatoria dei suffragi fanno parte del Collegio quali componenti supplenti.

Qualora venga a mancare, per dimissioni o altra causa, uno dei componenti effettivi, subentra il candidato non eletto che ha riportato più voti.

Allorquando non sussistano candidati non eletti, il Consiglio Generale FNP CISL MM provvede alla integrazione del Collegio e nel caso di più candidature risulterà eletto chi ha riportato più voti.

Il Consiglio Generale FNP CISL MM, nella prima riunione dopo il congresso, nomina il Presidente del Collegio, scegliendo tra i componenti effettivi tenendo conto dei requisiti e/o dei titoli di specifica competenza ed esperienza professionale.

Il termine massimo di durata per lo svolgimento della funzione del Presidente del Collegio è di 2 (due) mandati; per i componenti il Collegio il termine massimo è di 3 (tre) mandati.

In caso di impedimento definitivo dei componenti del Collegio dei Sindaci, il Consiglio Generale FNP CISL MM provvede alla ricostituzione del “plenum” di tale organo con la sostituzione dei componenti vacanti.

Allorquando la vacanza riguarda il Presidente del Collegio dei Sindaci FNP CISL MM, il Consiglio Generale FNP CISL MM ha facoltà di nominarne uno ex novo, scegliendo tra i soggetti iscritti e non alla Organizzazione, che abbiano requisiti, competenza ed esperienza professionale.


PARTE QUARTA – LE STRUTTURE DELLA FNP CISL MILANO METROPOLI


Capitolo XII – La Rappresentanza locale sindacale (RLS FNP)


Articolo 31

La FNP CISL MM, secondo quanto previsto dallo Statuto nazionale e regionale della FNP CISL, si
articola in RLS FNP (Rappresentanze locali sindacali): a livello zonale, distrettuale, intercomunale
e/o comunale.

La RLS FNP (Rappresentanza locale sindacale) è costituita dagli iscritti alla FNP CISL del territorio di competenza, secondo le valutazioni e le conseguenti deliberazioni del Consiglio Generale FNP CISL MM. Nella costituzione delle RLS FNP la Segreteria FNP CISL MM dovrà tener conto di un numero di soci sufficiente al funzionamento e delimitare geograficamente i confini delle stesse, privilegiando nella zona prescelta la presenza di strutture pubbliche di interesse per la categoria (sedi Inps, distretti sanitari, etc.).

La RLS FNP è centro di riferimento dei pensionati e pensionandi nel territorio per la più ampia tutela dei loro interessi e deve essere strumento di proselitismo con iniziative idonee per ottenere consensi e adesioni.

Le RLS FNP operano in sintonia con la Segreteria FNP CISL MM per le attività sindacali e per lo sviluppo dell’azione concertativa a livello locale. A tal fine le RLS FNP, elaboreranno un programma di lavoro di carattere organizzativo e sindacale sulle problematiche riguardanti i pensionati e i pensionandi, la informazione e il coinvolgimento dei Soci mediante assemblee degli iscritti da effettuarsi a cadenze regolari e periodicamente ne verificherà, con la Segreteria FNP CISL MM, lo stato di realizzazione.

Capitolo XIII – Le Assemblee RLS FNP


Articolo 32

All’apertura dei percorsi congressuali vengono convocate per iscritto, sulla base dei regolamenti congressuali, le assemblee iscritti precongressuali di RLS FNP, a cui partecipano tutti gli iscritti.

Nelle assemblee iscritti precongressuali di RLS FNP, oltre al dibattito sui temi sindacali, vengono eletti le delegate e i delegati per il congresso della FNP CISL MM. Inoltre le assemblee iscritti precongressuali di RLS FNP eleggono i componenti del Coordinamento della RLS FNP.

Il Coordinamento RLS FNP, pur non rappresentando istanza congressuale e organo statutario, è lo strumento che favorisce la partecipazione e la condivisione delle scelte organizzative e sindacali sviluppate sul territorio.

Capitolo XIV – Il Coordinatore RLS FNP


Articolo 33

Il Coordinatore RLS FNP viene indicato dal Coordinamento della stessa RLS FNP, sentita la Segreteria FNP CISL MM. Le norme riguardanti le modalità di indicazione del Coordinatore RLS FNP sono definite dal Regolamento RLS FNP CISL MM. Il Consiglio Generale FNP CISL MM, su proposta della Segreteria FNP CISL MM e sentito il Coordinamenti RLS FNP di riferimento, prende atto della indicazione del Coordinatore RLS FNP, il quale fa parte di diritto dello stesso Consiglio Generale FNP CISL MM.

Il Coordinatore RLS CISL rappresenta la FNP CISL MM nelle strutture confederali esistenti nel territorio di competenza. Il Coordinatore della RLS FNP mantiene rapporti continuativi con la Segreteria FNP CISL MM e si confronta costantemente sulle scelte sindacali e organizzative da compiere.

E’ compito del Coordinatore elaborare e discutere con il Coordinamento RLS FNP il programma di lavoro annuale che deve comprendere:

• l’attività di concertazione con le istituzioni ed i corpi sociali locali del territorio;

• la promozione e la diffusione dei servizi CISL e la predisposizione di un’adeguata attività di accoglienza svolta dalla FNP CISL;

• gli obiettivi e i percorsi di proselitismo;

• la diffusione ai Soci e pensionati dell’informazione della FNP CISL MM, Lombardia e nazionale;

• la pubblicizzazione dei servizi FNP CISL e delle convenzioni locali e nazionali. In ogni RLS FNP vanno individuati e debitamente formati dalla Segreteria FNP CISL MM uno o più agenti sociali con compiti di raccordo con i servizi CISL, in particolare con Inas e Caf;

• lo svolgimento di un’assemblea annuale, delle iscritte e degli iscritti a livello di comune, quartiere o circoscrizione;

• la consegna della tessera ai soci e la raccolta di email e numeri di cellulare degli associati;

• il rapporto con le categorie degli attivi per coinvolgere i pensionandi nella FNP CISL;

• l’individuazione di una responsabile del Coordinamento Donne e il coinvolgimento del maggior numero di quadri femminili nell’attività della RLS FNP;

• la promozione territoriale della solidarietà sociale e il sostegno di Anteas;

• le attività aggregative, culturali e ricreative rivolte ai Soci.

Il Coordinatore RLS FNP, d’intesa con la FNP CISL MM, convoca il Coordinamento RLS FNP almeno 3 (tre) volte all’anno e comunque in occasione di importanti iniziative sindacali.

Il Coordinatore RLS FNP individua, d’intesa con la Segreteria FNP CISL MM, i responsabili delle sedi e dei recapiti e ne verifica le attività.

Capitolo XV – Il Delegato FNP CISL


Articolo 34

La Segreteria FNP CISL MM assegna a tutti i soci esistenti sul proprio territorio una RLS FNP di riferimento. Nel caso in cui la RLS FNP di riferimento non sia ubicata nello stesso comune e/o nello stesso quartiere e/o circoscrizione di residenza dei soci e se in detto comune, quartiere e/o circoscrizione vi sono più di 100 iscritti alla FNP CISL MM, è obbligatorio la nomina da parte del Coordinamento RLS FNP di un “delegato/a FNP CISL” che avrà il compito, in raccordo con la RLS FNP, mediante una presenza regolare e continua, di fornire tutela e assistenza individuale e collettiva, di aggregare, informare e coinvolgere i soci. Il “delegato/a FNP CISL” fa parte di diritto del Coordinamento RLS FNP.

Capitolo XVI – Il Regolamento RLS FNP CISL MM


Articolo 35

Ferma restando la normativa generale prevista nei precedenti articoli, il Regolamento FNP CISL MM della RLS FNP definisce più dettagliatamente le norme inerenti le modalità organizzative, funzionali e amministrative della RLS FNP.

Capitolo XVII – Le Zone


Articolo 36

Per esigenze organizzative possono essere individuate le Zone, che sono strutture di coordinamento operativo ed organizzativo. Le Zone lavorano in stretta collaborazione con la Segreteria FNP CISL MM, a sostegno e per incentivare l’attività svolta dalle RLS FNP sul territorio di competenza. Saranno regolate, sia per la loro costituzione che per il loro funzionamento, da norme regolamentari approvate dal Consiglio Generale FNP CISL MM.

Capitolo XVIII – Il Coordinamento Donne


Articolo 37

Il Coordinamento Donne della FNP CISL MM è composto dalle Coordinatrici Donne delle RLS FNP e dalle donne componenti del Consiglio Generale FNP CISL MM. La Coordinatrice Donne della FNP CISL MM viene nominata dal Consiglio Generale, su proposta della Segreteria FNP CISL MM, sentito il Coordinamento Donne stesso.

Il Coordinamento Donne è ricostituito ad ogni scadenza congressuale, entro tre mesi dal Congresso. La carica di Coordinatrice Donne della FNP CISL MM è incompatibile con gli incarichi di Segreteria.

Capitolo XIX – I Raggruppamenti tecnici


Articolo 38

I Raggruppamenti tecnici hanno compiti di consultazione tecnica, di assistenza e promozione, nonché di proselitismo, con le seguenti attribuzioni:

1) studiare i problemi sindacali e di proselitismo interessanti specificatamente il raggruppamento, rappresentandone le conclusioni alla Segreteria FNP CISL MM;

2) supportare la Segreteria FNP CISL MM confronto con gli enti previdenziali sui temi specifici dei Raggruppamenti tecnici;

3) fornire tutela agli iscritti provenienti dalle categorie interessate, anche coordinando la loro azione con quella degli Agenti sociali, fatta salva la competenza dell’Inas.

Articolo 39

I Raggruppamenti tecnici sono costituiti nell’ambito della FNP CISL MM mediante nomina da parte del Segretario Generale per gli specifici settori di provenienza in considerazione del carattere esclusivamente tecnico del Raggruppamento.
Compongono il Raggruppamento tecnico:

− Inps: Fondi speciali;

− Inps: Gestione dipendenti pubblici (ex Inpdap) – Enti locali e sanità – Scuola – comparto Sicurezza e Forze armate;

− Inps: ex Ipost.

Le modalità di funzionamento dei Raggruppamenti tecnici sono previste nel Regolamento regionale.

Articolo 40

Le assemblee dei Raggruppamenti tecnici sono convocate ogni 2 (due) anni. Le assemblee sono composte dagli iscritti appartenenti al Raggruppamento.

Articolo 41

Il Coordinamento è costituito dal Coordinatore responsabile del settore (nominato dalla Segreteria territoriale) e da 2 (due) o più componenti designati dalle rispettive assemblee.

Articolo 42

I Coordinatori operano in stretta collaborazione con gli organi delle strutture del Sindacato del quale fanno parte, con l’obbligo di preventiva consultazione su tutte le materie attinenti alle loro funzioni e in osservanza delle norme di comportamento elaborate ed approvate dagli organi della FNP CISL.

Articolo 43

Il Coordinatore del Raggruppamento convoca il coordinamento previo accordi con la Segreteria FNP CISL MM. Spetta in particolare ai Coordinatori collaborare con le Segreterie della Federazione ai vari livelli per la formulazione e la soluzione delle richieste del raggruppamento.


PARTE QUINTA – GESTIONE DELLE RISORSE E PATRIMONIO


Capitolo XX – Responsabilità e competenza


Articolo 44

I beni mobili ed immobili, a qualsiasi titolo acquisiti, costituenti il patrimonio della FNP CISL MM devono essere, a seconda della loro natura, registrati e inventariati.

A tal fine è istituita, a livello regionale la “Anagrafe degli immobili” con il compito di censire tutte le proprietà immobiliari, intendendosi sia le proprietà dirette, che quelle degli enti, delle associazioni, delle società e delle fondazioni, ove esistenti, collaterali alla CISL. Dei dati raccolti e inventariati, la struttura regionale riferisce alla analoga “Anagrafe degli immobili” nazionale.

Di tali beni la FNP CISL MM, disporrà per il perseguimento delle proprie attività statutarie, procedendo all’uopo alla stipulazione dei negozi giuridici e alla costituzione di strumenti necessari per una buona gestione del patrimonio stesso. La titolarità di ogni bene mobile e immobile, nonché di ogni altro diritto di natura patrimoniale appartiene esclusivamente alla FNP CISL MM. Le persone fisiche, che, per poteri ad esse conferiti dagli organi statutari, interverranno in negozi giuridici e manifestazioni di volontà aventi comunque attinenza al patrimonio della FNP CISL MM, dovranno in ogni caso specificare negli atti relativi la qualità, nei limiti della quale esse agiscono.

Dei beni di qualsiasi natura, dislocati presso strutture periferiche, sono responsabili i rappresentanti legali “pro tempore” della FNP CISL MM, consegnatari dei beni medesimi. Costoro dovranno, altresì, uniformarsi per quanto attiene a ogni atto avente implicazioni patrimoniali, al disposto di cui al comma precedente.

I conti correnti bancari, nonché qualunque pagamento effettuato dalla FNP CISL MM, devono prevedere la firma del Segretario Generale in quanto rappresentante legale, oltreché congiuntamente di quella del Segretario responsabile dell’amministrazione, o da altro Segretario autorizzato in base a quanto previsto dallo Statuto FNP CISL MM.

Articolo 45

La FNP CISL MM risponde delle obbligazioni assunte, nei limiti delle competenze e del proprio fine statutario, dai rappresentanti legali “pro tempore” succedutisi nel tempo.

I rappresentanti legali “pro tempore” della FNP CISL MM rispondono personalmente e solidamente con l’Organizzazione medesima, ai sensi dell’art. 38 – Codice Civile, per le obbligazioni assunte o fatte assumere alla FNP CISL MM.

I rappresentanti legali “pro tempore” della FNP CISL MM rispondono personalmente nei confronti della stessa per gli atti da essi compiuti nell’esercizio delle proprie funzioni, parimenti rispondono, in ogni caso, dei danni patrimoniali di qualsiasi specie, causati dalle proprie azioni e/o omissioni. A tal fine, le strutture della Federazione a qualsiasi livello dovranno attivare apposite polizze assicurative per i propri dirigenti eletti, a copertura dei rischi “professionali” derivanti dalla carica elettiva.

Capitolo XXI – Bilanci


Articolo 46

La elaborazione dei bilanci preventivi e consuntivi devono essere predisposti dalla FNP CISL MM in conformità alle norme e alla modulistica diramate dalla CISL nonché dalla FNP.

Essi devono essere verificati dai Collegi Sindacali, che allegheranno anche la verifica sulla compatibilità delle spese sostenute per i trattamenti indennitari dei dirigenti, operatori e collaboratori vari con riferimento al Regolamento approvato dal Comitato Esecutivo FNP CISL MM.

I bilanci preventivi e consuntivi devono essere inviati, rispettando le scadenze fissate da CISL nonché FNP, alle strutture orizzontali e verticali di competenza (UST CISL MM – FNP CISL Lombardia). La FNP CISL MM è tenuta a collaborare per la presentazione dei  bilanci sociali delle strutture orizzontali e verticali.


PARTE SESTA – BANDIERA


Capitolo XXII – Bandiera


Articolo 47

La bandiera della Federazione è la bandiera della CISL con la dicitura: “Federazione nazionale pensionati CISL” (FNP e/o FNP CISL) declinata alle specificità regionale della Lombardia e territoriale di MM.


PARTE SETTIMA – NORMA PERMANENTE: OSSERVANZA DEGLI STATUTI E REGOLAMENTI


Articolo 48

Per tutto quanto non previsto dal presente Regolamento si fa riferimento alle norme degli Statuti e Regolamenti delle strutture superiori (FNP nazionale, regionale e CISL in quanto applicabili). In caso di norme controverse valgono e sono da rispettare, sempre e comunque, quelle approvate in vigore delle strutture superiori.

Articolo 49

Le disposizioni previste negli articoli relative alle composizioni delle Segreterie regionali e territoriali, entreranno in vigore con il XVIII° Congresso nazionale FNP.

Approvato dal Consiglio Generale FNP MM

Milano, 20 Aprile 2018