Alleanza europea per estendere le vaccinazioni  antinfluenzali

Il Ministro della Salute, durante gli Stati Generali, ha annunciato, dopo aver lanciato nei giorni scorsi l’alleanza per il vaccino insieme ai Ministri della Salute di Germania, Francia e Olanda, di aver sottoscritto un contratto con un’azienda farmaceutica inglese per  l’approvvigionamento fino a 400 milioni di dosi di vaccino da destinare a tutta la popolazione europea, la cui distribuzione è prevista entro fine anno.

Nel frattempo, per non farci trovare impreparati di fronte una possibile seconda ondata epidemica di Covid-19, il Ministero ha pubblicato una circolare contente le raccomandazioni per estendere e potenziare le coperture vaccinali anti-influenzali 2020-2021, anche allo scopo di evitare il sovrapporsi dei sintomi tra influenza e Covid-19 che potrebbero comportare una sottovalutazione della patologia e aumentare i rischi per la salute dei cittadini, soprattutto tra le persone anziane, croniche, o comunque fragili. 

Ricordiamo che i livelli di copertura vaccinale contro l’influenza in Italia sono ancora molto bassi, coprendo appena il 15% della popolazione generale e il 56-57% degli over-65.

Rimane lontanissimo l’obiettivo ribadito quest’anno dal ministero per tutti i gruppi target, di un 75% come obiettivo minimo e di un 95% ottimale.

Per la stagione 2020-2021, a causa dell’emergenza COVID-19, al fine di facilitare la diagnosi differenziale nelle fasce d’età di maggiore rischio di malattia grave, la vaccinazione antinfluenzale potrà essere offerta gratuitamente anche nella fascia d’età 60-64 anni.

Leggi il comunicato nazionale

Leggi il documento dell’associazione  “Italia longeva”

Leggi il comunicato della FNP Lombardia