Luigi Sbarra: non si può far pagare la flat tax ai pensionati

L’intervista su Repubblica del 27 novembre. Per la Cisl mobilitarsi è prematuro, ma per la rivalutazione delle pensioni si deve fare di più

Luigi Sbarra figura in un’intervista su Repubblica oggi, domenica 27 novembre, in un articolo a firma di Rosaria Amato. Repubblica titola “Il governo fa cassa sugli anziani ma mobilitarsi è prematuro” sintetizzando due punti principali delle risposte del segretario generale Cisl.
Come ha già detto in altre occasioni, per Sbarra la bozza della legge di bilancio ha contenuti apprezzabili, ma anche altri aspetti ancora da migliorare. Uno di questi è la parziale rivalutazione delle pensioni: secondo quanto finora definito, sarebbe al 100 per cento per le pensioni fino a 2100 euro al mese ma si attesterebbe su percentuali minori per le mensilità più alte. Sbarra dichiara che, di fatto, è un taglio a favore della flat tax e ribadisce quanto ricordato anche dalla Fnp: è necessaria una piena indicizzazione delle pensioni.
Per Sbarra vanno, poi, tolti i vincoli di Opzione Donna e va rafforzato il reddito di cittadinanza.

Luigi Sbarra: chiediamo un incontro con il governo

Il segretario Cisl dice anche che, per migliorare la legge di bilancio, la strada chiesta dalla Cisl è, ad oggi, il dialogo con il governo. Mobilitarsi è prematuro:

“Il valore del dialogo sociale per noi è importante. Abbiamo incontrato il presidente Meloni in occasione del Dl Quater ter e si era impegnato a riconvocarci. Stiamo sollecitando il governo. Ma parlare di mobilitazione mi sembra prematuro: valuteremo insieme alle nostre strutture, la Cgil e Uil le iniziative più opportune”.

A questo link l’intervista completa:

https://www.cisl.it/wp-content/uploads/2022/11/La-Repubblica.pdf